Moderatore: Michele Lupi

 
Avatar utente
Età: 45
troppo vecchio
Member
Messaggi: 19
Iscritto il: 09/06/2018, 10:48
Thanks ricevuti: 1

Suono fluido

09/06/2018, 17:48

Ciao. Prima domanda da neofita quale sono. Come scritto nella presentazione ho iniziato a novembre a produrre rumore con la tromba (dire che suono è un parolone), e la cosa che non riesco a capire è come si fa a creare un suono continuo e fluido senza stacchi evidenti tra le note. Il colpo di lingua per quanto veloce mi crea sempre una interruzione nel flusso d’aria. Il maestro mi dice che è questione di velocità e basta e eh verrà con il tempo e soprattutto mi dice di non avere fretta (visto che ho ben altri difetti da sistemare).
È proprio così? Solo velocità ? O la lingua deve essere posizionata in qualche modo?


 

Età: 41
Alak
Member
Messaggi: 19
Iscritto il: 31/05/2018, 13:54
Thanks dati: 1

Re: Suono fluido

09/06/2018, 21:06

Ciao. Anche se è una domanda lecita, meglio non mettersi problemi di questo tipo all' inizio; la fluidità del suono dipende dal flusso dell' aria che a sua volta dipende da.. tutto. Tutto viene con l' esercizio. Gli esercizi per ottenere quello che vuoi sono le note lunghe, la flessibilità, lo staccato, che sicuramente il tuo insegnante ti darà da fare; ci sono anche degli esercizi specifici per il flusso dell' aria nel legato, e qui ti consiglierei due metodi: il Davidson e il Vizzutti 1° vol. da cui puoi fare i Technical Studies.


 
Avatar utente
Età: 45
troppo vecchio
Member
Messaggi: 19
Iscritto il: 09/06/2018, 10:48
Thanks ricevuti: 1

Re: Suono fluido

09/06/2018, 22:07

Ciao Alak e grazie per la risposta. Un po’ me lo aspettavo che la cosa fosse complicata. Purtroppo la pazienza non è una mia qualità e più ascolto gente che sa suonare più mi chiedo come si fa.
La strada è lunga e faticosa ed è questo il bello.
Grazie.


 
Navarro
Member
Messaggi: 78
Iscritto il: 26/11/2016, 18:48
Thanks dati: 3
Thanks ricevuti: 12

Re: Suono fluido

10/06/2018, 10:29

Condivido il principio di seguire quanto detto dall'insegnante e non farsi venire il mal di testa per cose al momento meno importanti.
Detto ciò, se proprio ti vuoi divertire, puoi provare a fare questo esercizio (parto dal presupposto che tu sia in grado di sostenere una nota lunga, Sol ad esempio, per alcune battute). 
Suona appunto un Sol sul secondo rigo, mantenendo un flusso dell'aria continuo e rilassato; quando il suono si è ben stabilizzato, dai dei leggerissimi colpetti di lingua senza interrompere nettamente il flusso dell'aria. Devi pensare ad un'unica nota di Sol, ad un flusso di aria continuo nel quale fai delle piccole "tacche" con quei leggerissimi colpi di lingua.
Spero di essere stato chiaro nella spiegazione.


Bach 37 reverse + Giardinelli 7S
Yamaha YFH 631 + Giardinelli 7FL
 
Avatar utente
Età: 45
troppo vecchio
Member
Messaggi: 19
Iscritto il: 09/06/2018, 10:48
Thanks ricevuti: 1

Re: Suono fluido

10/06/2018, 13:22

Sì dai il sol lungo ce la faccio. Comincio a far fatica dal re. Il mi è il sol alto sono ancora in quanto a tenuta.
Ho già provato a fare qualcosa del genere, diciamo pronunciando “ta”molto veloce ma mi sembra che il flusso si interrompa. Dove la devo mettere la lingua? Dietro l’arcata inferiore immagino, per non mettere un ostacolo davanti all’aria.


 
Navarro
Member
Messaggi: 78
Iscritto il: 26/11/2016, 18:48
Thanks dati: 3
Thanks ricevuti: 12

Re: Suono fluido

10/06/2018, 13:33

Eh, bella domanda, nei forum americani c'è gente che arriva quasi agli insulti sull'argomento. Ci sono almeno tre scuole di pensiero, io me la cavo suggerendoti di chiedere al tuo insegnante che, vedendoti ed ascoltandoti dal vivo, ti può dare migliori indicazioni.


Bach 37 reverse + Giardinelli 7S
Yamaha YFH 631 + Giardinelli 7FL
 
Avatar utente
Età: 45
troppo vecchio
Member
Messaggi: 19
Iscritto il: 09/06/2018, 10:48
Thanks ricevuti: 1

Re: Suono fluido

10/06/2018, 13:44

Accidenti e io che credevo di aver fatto una domanda scema. Il maestro non me lo vuole dire! Giustamente non vuole precorrere i tempi, visto che prima devo concententrarmi su pulizia delle note e soprattutto sul tempo (che sarà IL problema per me, almeno in questa fase). Non vuole neanche , o almeno non mi incoraggia, che provi qualche semplice pezzo, ma nè io ne gli altri due amici (tuba e sax) che hanno iniziato con me riusciamo a resistere. Siamo peggio di bambini indisciplinati.
Dai dammi una delle tre scuole di pensiero :)


 
Avatar utente
Età: 70
chet63
Member
Messaggi: 97
Iscritto il: 02/08/2016, 14:18
Thanks dati: 30
Thanks ricevuti: 11

Re: Suono fluido

10/06/2018, 20:49

troppo vecchio ha scritto:
Ciao. Prima domanda da neofita quale sono. Come scritto nella presentazione ho iniziato a novembre a produrre rumore con la tromba (dire che suono è un parolone), e la cosa che non riesco a capire è come si fa a creare un suono continuo e fluido senza stacchi evidenti tra le note. Il colpo di lingua per quanto veloce mi crea sempre una interruzione nel flusso d’aria. Il maestro mi dice che è questione di velocità e basta e eh verrà con il tempo e soprattutto mi dice di non avere fretta (visto che ho ben altri difetti da sistemare).
È proprio così? Solo velocità ? O la lingua deve essere posizionata in qualche modo?


Se ho ben capito ti manca il legato tra una nota e la seguente, mi sembra strano che da novembre tu non abbia ancora capito come legare le nore una all'altra eppure già nei primi esercizi trovi le legature. La lingua sullla legatura non centra nulla ma solo questione di posizione delle labbra e di flusso di aria sempre continuo, un po difficile da spiegare a distanza. Iltuo maestro sicuramente riuscirà a farti capire come fare.


"Il bebop non ha senso,non si capisce il tema L.Armstrong"
- Sib TAYLOR 15th An.CHIC 46 II Cus shop, TAYLOR Chic VR, FIDES Sym Pes
- DO-KING Super 20,BESSON CLASS A
- CORNETTE Bb TAYLOR ORPHEUS, CONN DIRECTOR, OLDS Amb.
- FLICORNO CFL LEGENDARY
 

Età: 41
Alak
Member
Messaggi: 19
Iscritto il: 31/05/2018, 13:54
Thanks dati: 1

Re: Suono fluido

10/06/2018, 21:06

Sì anch' io mi chiedo la stessa cosa. Allora: il tuo problema è il flusso d' aria nello staccato? allora devi accelerare e fare più preciso lo staccato, e la pronuncia e sampre ta, te, tu, ti, questo dipende da tante cose e principalmente dal registro; oppure il tuo problema è proprio il flusso dell' aria nel legato, allora qui va studiato il legato, quindi nella tecnica e nella flessibilità..(ti ho consigliato il Davidson). Segui il tuo maestro che saprà come indirizzarti, almenochè non senti che non migliori per niente.. Piuttosto, se dici che dal re medio fai già fatica.. è un problema di poco esercizio? oppure di un approccio sbagliato? anche qui tante scuole di pensiero su come studiare per ampliare il registro. Il modo più veloce per ottenere i risultati è di fare sempre un passo alla volta, ma farlo.. ;)


 
Avatar utente
Età: 45
troppo vecchio
Member
Messaggi: 19
Iscritto il: 09/06/2018, 10:48
Thanks ricevuti: 1

Re: Suono fluido

11/06/2018, 9:04

ciao a tutti e grazie per le risposte. Il legato non l'ho ancora fatto. Non so se per incapacità mia o percorso formativo del maestro. I allegato sono variazioni di nota in continuo giusto ? Tipo do-sol-do mi-sol (a salire o scendere).... quello mi viene ma come faccio a legare i sol - si ad esempio? In mezzo ci mezzo la linguetta. 


Stanno visualizzando il topic:

Nessun utente e 1 ospite