Moderatore: Michele Lupi

 
stefano bartoli
Mod
Messaggi: 733
Iscritto il: 16/07/2016, 21:13
Thanks ricevuti: 185

BACB trumpets

05/11/2019, 19:18



La mia idea personale è che oramai non esistono più trombe "cattive" o stonate etc etc. Con la globalizzazione e l'elettronica unita al digitale, sia nella ricerca sia nella progettazione che nella produzione, orami segreti non ne esistono più per nessuno.
La capacità più o meno artigiana, laddove esiste ancora, mi pare ben distribuita in tutto il pianeta.
Certo, ci sono ancora pessimi strumenti, indiani, cinesi, pakistani etc ma parliamo di roba da 200 euro valigia e bocchino inclusi.

Prendo un Monette, lo freso in due parti longitudinali e lo copio vergognosamente, fatto. Ho i quattrini? Bene, non lo seziono nemmeno, entro dentro il bocchino con un tastatore digitale e sul monitor del PC mi compare il disegno con risoluzione centesimale...
L'ottone. è ottone, da sempre, qualche variabile nella miscela di piombo e zinco ma sempre relativa al settore commerciale. Tradotto: O ne ordini qualche tonnellata oppure ti pigli quello in produzione. Unica alternativa (ridicola) è acquistare ottoni per fini industriali diversi, marina, sanitari, maniglie, particolari meccanici etc Cioè, alcuni sono più adatti alla tornitura, altri più all'imbutitura, altri resistono alla corrosione e via andando ma sempre per categorie commerciali che certo non decide l'artigiano che fa 100 trombe l'anno e che va a ritirare le barre con l'Ape Piaggio...
Oramai possiamo solo apprezzare la catena "a valle" di una azienda (ricambi, assistenza, catalogo, punti vendita etc) Se il piccolo artigiano muore, tu hai una tromba che non avrà più ne assistenza ne ricambi, perchè accada una cosa simile ad esempio in Yamaha, ci vuole un'altra Enola Gay...
Il reparto ricerche di aziende davvero grandi, non fa ricerca solo per trovare piccoli dettagli "segreti"...sui quali migliorare e distinguersi ma anche e forse soprattutto per dare un prodotto con un rapporto Q/P più forte possibile.

Per cui, per me oramai, tolte le ultime  righe di considerazioni, le linee guida per la scelta sono a mio avviso:il gusto personale, il lavoro che lo strumento deve fare, il contesto in cui deve farlo , gli accessori e gli step up possibili in futuro, il valore dell'usato nel tempo e il rapporto Q/P

Insomma, oramai a giro ci sono una marea di trombe davvero notevoli e tutte se la battono spesso alla pari...Escluse quelle dal costo ridicolo, li ve la siete proprio cercata...

Molto del resto è fuffa come la criptonite.


Stanno visualizzando il topic:

Bing [Bot] e 0 ospiti