Hobbysta VS Professionista?

Discussioni generali sul vostro strumento preferito
kkongiu
Member
Member
Messaggi: 82
Iscritto il: 15/07/2022, 17:35
Thanks dati: 57
Thanks ricevuti: 16

Re: Hobbysta VS Professionista?

Messaggio da kkongiu »

Nel mio breve percorso, ho notato che la differenza tra gli hobbisti e i professionisti è sottile e talvolta sfumata. Entrambi possono attraversare fasi di mancanza di motivazione ed energie profonde. Personalmente, ho iniziato a frequentare un insegnante una volta alla settimana da circa un anno e dedico con costanza circa un'ora al giorno allo studio. A volte può essere davvero difficile trovare la voglia di suonare, ma una volta che comincio, mi diverto sempre e, alla fine, vorrei continuare all'infinito.

Conosco musicisti professionisti che mi invidiano perché hanno perso la passione per la musica. Dopo anni di studio e carriera, lo considerano solo un lavoro e desidererebbero smettere dopo tutto quel tempo.

Per quanto riguarda gli acquisti, penso che siano un aspetto separato dalla passione stessa. A volte, a causa delle pressioni quotidiane, sentiamo il bisogno di concederci un regalo nel nostro hobby preferito. Ma se il tempo dedicato alla ricerca di nuovi acquisti ci toglie tempo ed energia per lo studio, potremmo non fare un investimento saggio nel lungo periodo. Alla fine, nella breve vita che abbiamo, la saggezza spesso ci abbandona.


Avatar utente
Marco Muttinelli
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 2300
Iscritto il: 12/04/2019, 10:39
Thanks dati: 390
Thanks ricevuti: 299

Re: Hobbysta VS Professionista?

Messaggio da Marco Muttinelli »

kkongiu ha scritto:Per quanto riguarda gli acquisti, penso che siano un aspetto separato dalla passione stessa. A volte, a causa delle pressioni quotidiane, sentiamo il bisogno di concederci un regalo nel nostro hobby preferito. Ma se il tempo dedicato alla ricerca di nuovi acquisti ci toglie tempo ed energia per lo studio, potremmo non fare un investimento saggio nel lungo periodo. Alla fine, nella breve vita che abbiamo, la saggezza spesso ci abbandona.
Gianluca condivido molto di quello che hai avuto modo di scrivere, aggiungo anche un aspetto ulteriore.
Ci sono casi, come il mio e a dire la verità del tutto particolari, di chi decide di approfondire attentamente un determinato marchio, insomma di studiarlo in profondità nei suoi vari aspetti come io cerco di fare con la Conn. In casi come questi ricorrere all'acquisto dei vari strumenti è fondamentale, non solo per conoscerli sonicamente e tecnicamente, ma per capire certe evoluzioni (o involuzioni) di un determinato marchio. Ecco che l'acquisto, oltre al puro piacere di possesso/fruizione che comunque non viene meno..., assume anche dei connotati di necessità. Difficilmente riuscirei a parlare di Conn senza averne provati i (purtroppo troppi....) svariati modelli. Non riuscirei proprio a raccontarli per... sentito dire, e quelle volte che lo devo fare ribadisco sempre che è appunto per aver letto ma non sperimentato personalmente. C'è poi, anche in questo percorso di ricerca, un aspetto molto forte di curiosità che mi ha spinto a provare modelli che, almeno qui in italia, non erano minimamente considerati perché tendenzialmente qui siamo un po' succubi del mito Connstellation e riduciamo quello che è stato il più importante produttore di strumenti dell'epoca ad un paio di modelli che si, per carità bellissimi, ma ben piccola cosa rispetto a il mare di meraviglie create in Conn nei quasi cento anni di vita della azienda. A quel punto, anche impiegare tanto tempo a discapito dell'esercizio del suonare non lo trovo una perdita di tempo, anzi lo trovo un modo per cercare di apportare una crescita culturale nel nostro piccolo grande mondo. Magari non diventeò mai come Chet ma l'amico al quale chiedere consiglio o una opinione su di una Conn si : Lol : ed è già tanta roba per me ehehehehev : Yahooo :
gran CONNestabile del forum
mail me at: c.g.conn.expert@gmail.com

giù le mani...: 26A Director 1930; 22B NYS Special 1940; Couesnon Monopole ?;

cedibili: Perfected Wonder e Perfected Conn-Queror 1906; New Invention Circus Bore 1911; 6A Victor 1930; 48B Connqueror 1940; 12B Coprion 1941; 6B Victor 1968; 17B Director 1968

non più nelle mie mani: 12B 1952; 10B 1960; 8B 1964; 38B 1968; YTR4335GII 2016;
kkongiu
Member
Member
Messaggi: 82
Iscritto il: 15/07/2022, 17:35
Thanks dati: 57
Thanks ricevuti: 16

Re: Hobbysta VS Professionista?

Messaggio da kkongiu »

Ciao Marco,

Vorrei mettere in evidenza quanto è evidente la tua passione per il marchio Conn. Non ci sono dubbi sul fatto che il tuo desiderio di acquistare i loro prodotti vada oltre il semplice piacere estetico, spinto invece da una profonda ricerca storica e intellettuale.

È comune sottovalutare l'entusiasmo che può derivare dalla conoscenza approfondita di un marchio o prodotto quando si parla di passioni personali. Nel tuo caso, la passione per il marchio Conn si esprime attraverso un vero e proprio amore per la storia e l'evoluzione di questi strumenti musicali. La tua curiosità intellettuale e la volontà di comprendere a fondo l'eredità storica di questo marchio sono davvero encomiabili.
In un'epoca in cui spesso l'acquisto di beni di consumo è guidato da impulsi superficiali, è importante sottolineare la tua distinzione come persona che dedica tempo ed energie allo studio della storia e dell'evoluzione di ciò che ama. Non solo coltivi la tua passione, ma sei anche desideroso di condividere la tua conoscenza con altri appassionati.
È davvero lodevole vedere come ti impegni a far crescere la tua passione e a condividere la tua conoscenza con gli altri.
Grazie per la tua dedizione : Thumbup :

Un caro saluto.
Avatar utente
Marco Muttinelli
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 2300
Iscritto il: 12/04/2019, 10:39
Thanks dati: 390
Thanks ricevuti: 299

Re: Hobbysta VS Professionista?

Messaggio da Marco Muttinelli »

Gianluca,
il bonifico non sono ancora riuscito a fartelo ma giurin giurello appena rientro a casa mi attacco al computer... La cifra è quella che mi dicevi per telefono vero? : WohoW : : Thumbup :
Scherzi a parte le tue parole mi rendono assai felice. Lo studio di Conn l'ho sempre fatto per me stesso, mi sembrava naturale condividerne i contenuti con tutti coloro i quali ne possano e vogliano approfittare. Sapere che questo è apprezzato mi da ancora maggiori stimoli per approfondire ulteriormente questo "iceberg" dove per ogni centimetro nuovo conquistato vedo che dietro ci sono tanti metri ancora da scoprire e guadagnare. Riprenderò, magari, il discorso sul post delle cornette perché ci sono alcuni aspetti che stanno emergendo nella mente che spero possano interessare tanto quanto solleticano la mia nostalgia di conoscenza e qui invece torniamo a parlare di hobbysti e professionisti ai quali aggiungerei la mitica categoria dei hobbessionisti o dei professysti a seconda da dove si provenga e dove si vada...
Nel senso che magari ci sono hobbysti che decidono di fare il salto della quaglia e finiscono per diventare pro e professionisti oramai disillusi dalla vita e dalla noia che fanno il salto della quaglia all'indietro. La quaglia,
quaglia,-ceppaia-245450.jpg
che è risaputo essere animale alquanto irascibile, a quel punto si spazientisce e la butta in rissa col lobbista, perché a lei nessuno le ha spiegato la differenza tra la i e la y, il quale a quel punto stramaledice il pennuto e se ne torna a casa sconsolato pensando: anche 'stasera non si quaglia niente... : WohoW :
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
gran CONNestabile del forum
mail me at: c.g.conn.expert@gmail.com

giù le mani...: 26A Director 1930; 22B NYS Special 1940; Couesnon Monopole ?;

cedibili: Perfected Wonder e Perfected Conn-Queror 1906; New Invention Circus Bore 1911; 6A Victor 1930; 48B Connqueror 1940; 12B Coprion 1941; 6B Victor 1968; 17B Director 1968

non più nelle mie mani: 12B 1952; 10B 1960; 8B 1964; 38B 1968; YTR4335GII 2016;
AlbertoR
Member
Member
Messaggi: 26
Iscritto il: 16/09/2022, 13:04
Thanks dati: 26
Thanks ricevuti: 4

Re: Hobbysta VS Professionista?

Messaggio da AlbertoR »

Ciao Marco, mi unisco alle considerazioni e ai ringraziamenti di Gianluca e, da amante del vintage di alcuni (pochi) grandi marchi, seguo ogni tuo post sulla storia delle Conn.
Mi chiedevo, e ti chiedo, nelle tue ricerche hai avuto modo di interessarti anche al reparto 'sassofoni' della venerabile Conn ?
Sono off topic in un forum di tromba, e mi scuso in anticipo, ma da appassionato di fiati in generale sono interessato anche a questi strumenti, però immagino che riuscire ad informarsi in modo così approfondito del 'solo' reparto brass di Conn sia già abbastanza impegnativo.

Alberto
Avatar utente
Marco Muttinelli
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 2300
Iscritto il: 12/04/2019, 10:39
Thanks dati: 390
Thanks ricevuti: 299

Re: Hobbysta VS Professionista?

Messaggio da Marco Muttinelli »

AlbertoR ha scritto:Mi chiedevo, e ti chiedo, nelle tue ricerche hai avuto modo di interessarti anche al reparto 'sassofoni' della venerabile Conn ?
Sono off topic in un forum di tromba, e mi scuso in anticipo, ma da appassionato di fiati in generale sono interessato anche a questi strumenti, però immagino che riuscire ad informarsi in modo così approfondito del 'solo' reparto brass di Conn sia già abbastanza impegnativo.

Alberto
Ciao Alberto,
effettivamente con già circa 150 modelli standard tra trombe e cornette è già un lavoretto mica da scherzi tenere dietro a tutto 'sto ambaradan : Lol :
Comunque l'idea di scrivere qualcosa anche dei legni oltre che degli ottoni c'è ed è sempre li nel cassetto.
Già avevo cominciato a scrivere qualcosa stimolato dal buon Zosimo qui:
viewtopic.php?f=68&t=3077

Purtroppo, come giustamente evidenzi, Conn è un mondo talmente vasto che non basterebbe una vita dedicata a tempo pieno per riuscire ad approfondire tutti gli aspetti e bisogna fare, necessariamente, delle scelte settoriali, perdendo così una miriade di cose "belle". Ad esempio ho sempre tralasciato i tromboni, i clarinetti, i fagotti e tutta l'artiglieria pesante degli ottoni : Bash : (chi di noi non ha mai voluto cimentarsi con un bel basso tuba di quelli che scendono al limite inferiore dello spettro udibile) ma ci sarebbero anche mille altri strumenti interessantissimi dato che Conn produceva praticamente qualsiasi tipo di strumenti musicali.

Quindi spero veramente di riuscire a proseguire ed approfondire (ma in questo caso senza mai averne uno tra le mani, solo basandomi sulle documentazioni ufficiali di Conn) alcuni aspetti di questo strumento interessantissimo (grazie zio Adolphe per la geniale invenzione....). La cosa però non sarà nè facile nè immediata, perché col sax vivo un rapporto ambivalente: tanto mi piacciono come "macchine" e come oggetti quanto non ne sopporto la voce (per lo meno quelli dal registro acuto, diciamo dal contralto in su, già meglio il tenore che digerisco di più, anche se ancora non benissimo, ed il baritono che invece mi piace assai) praticamente l'esatto contrario dei clarinetti che adoro come suono ma non mi fanno impazzire esteticamente : Chessygrin :
Ma se qualcuno di voi volesse prendersi la briga di approfondire e raccontarci qualcosa dei sax, o comunque di altri strumenti di Conn diversi dalle tp e cornette sarò ben felice di passargli il materiale a mia disposizione o i link dove si possono trovare informazioni utili per lo studio e l'approfondimento di certe tematice : Thanks :
gran CONNestabile del forum
mail me at: c.g.conn.expert@gmail.com

giù le mani...: 26A Director 1930; 22B NYS Special 1940; Couesnon Monopole ?;

cedibili: Perfected Wonder e Perfected Conn-Queror 1906; New Invention Circus Bore 1911; 6A Victor 1930; 48B Connqueror 1940; 12B Coprion 1941; 6B Victor 1968; 17B Director 1968

non più nelle mie mani: 12B 1952; 10B 1960; 8B 1964; 38B 1968; YTR4335GII 2016;
Connesso
Avatar utente
Zosimo
Member
Member
Messaggi: 683
Iscritto il: 08/06/2021, 19:05
Thanks dati: 30
Thanks ricevuti: 58

Re: Hobbysta VS Professionista?

Messaggio da Zosimo »

Visto che da un po' di tempo , suono il tenore
proverò, ma non se ci riuscirò, con l'aiuto di Marco
ad abbozzare qualcosa sui tenori Conn. : Thumbup :
Trombe: Cinesina, Getzen Super Deluxe 1960/61, Holton Revelation 1923, Carol Brass 5000
Martin Commitee 1948
Flicorno: Couesnon Monopole Conservatorie 1960 o giù di lì
Bocchini: Un secchio
Non importa se la storia vintage sugli strumenti sia vera, l'importante che sia una bella storia.
Rispondi