Testimonials Monette

Novità, misure, consigli, prove e curiosità sui bocchini.

Moderatori: Michele Lupi, Marco Muttinelli, stefano bartoli, Capo_oro

Avatar utente

Autore dell’argomento
stefano bartoli
Mod
Mod
Messaggi: 2800
Thanks ricevuti: 467

Testimonials Monette

Messaggioda stefano bartoli » 23/11/2021, 17:13

Chi mi frequenta oltre al forum, sa che ho inevitabilmente sempre riconosciuto certi "meriti" di David Monette, al di la di certi prezzi che trovo troppo oltre misura. Se ne è discusso su tutti i forum di questa questione dei prezzi, i più "moderni" hanno sempre concluso che alla fine è il mercato che decide e se il mercato compera, vuol dire che va bene così. Io sono anziano e quindi ho una visione del mercato, che dovrebbe essere anche legato ad una certa etica ma è un discorso palloso e oltretutto già affrontato.
Il fatto che sia stato lui a sdoganare certe imboccature, non interessa al mercato e quindi, tolti i meriti di esploratore ed i sacrifici fatti per arrivare ai prodotti attuali investimenti presumo oramai largamente ammortizzati, per me, il suo listino rimane demenziale.
Ci sono parimenti sul mercato attuale, imboccature strepitose sotto tutti gli aspetti, anche di produttori italiani, che però costano un terzo e quì ognuno può fare le sue riflessioni, arrivando alle conclusioni che più gli aggradano. Ma è comunque largamente dimostrato da molte aziende, quale sia il costo per produrre trombe e bocchini.

Ma ho scritto queste due righe per dibattere soprattutto sullo "stile" nelle promozioni dei prodotti Monette e mi limito alle imboccature. Mediamente un paio di video alla settimana, in fabbrica, con i migliori trombettisti al mondo, dieci note o qualche brevissimo passaggio orchestrale, poi la prova nel parcheggio dove tra chi suona e chi riprende, ci sono 200 metri.
Che senso ha tutto questo?

Può darsi che io abbia scritto una marea di corbellerie ma tutti sanno che nessun bocchino lo si giudica in pochi minuti, prova ne sia che moltissimi trombettisti, anche fuori classe, dopo qualche annetto di Monette, sono tornati "indietro" a misure più umane o a marchi nostrani dal costo, appunto, di un terzo...e che danno splendidi risultati.

Transiat invece sul suonare all'aperto a 200 metri di distanza o dal dimostrare che un prodotto va bene facendolo suonare da trombettisti tecnicamente fuori classe, grazie graziella e grazie al c...o. Quei trombettisti la, farebbero suonare bene anche il tubo della caldaia, lo sappiamo.
L'equipaggiamento viene portato al limite da quei fenomeni ma poi è anche il trombettista "normalmente dotato" che lo deve suonare e li, cambia tutto...e nelle imboccature e nelle trombe. Allora è più "giusto" fare imboccature e trombe che tutti possano padroneggiare o è meglio fare cose che in pochi riescono davvero a gestire due ore su un palco? Sono totem o strumenti di lavoro/divertimento? Anche quì la discussione è già stata fatta magari...


Benvenuti nel disagio

Torna a “BOCCHINI”

Chi c’è in linea

Nessun utente e 7 ospiti