REGISTRAZIONE UTENTI E ATTIVITA' DI MANUTENZIONE DATABASE.

IMPORTANTE: prima di procedere alla registrazione su Forumtromba, si consiglia caldamente di inserire l'indirizzo web del sito "www.forumtromba.com" come sicuro tra le regole di posta elettronica del proprio provider, questo farà si che la mail automatica di attivazione dell'utenza non finisca nell'antispam.

Si comunica che, dai nostri sistemi informatici, sono stati cancellati tutti i dati e riferimenti di utenti registrati che non abbiano mai provveduto ad attivare l'utenza, pertanto chi in passato avesse già registrato l'utenza senza mai attivarla, dovrà provvedere ad una nuova registrazione.

PER ASSISTENZA cliccare la voce "Contattaci" presente a fondo pagina sulla destra.

Grazie dell'attenzione, lo staff del forum.

I nuovi Bach 3C CNC

Novità, misure, consigli, prove e curiosità sui bocchini.

Autore dell’argomento
alessiofra
Member
Member
Messaggi: 27
Thanks dati: 4
Thanks ricevuti: 1

I nuovi Bach 3C CNC

Messaggioda alessiofra » 06/10/2022, 8:53

Famosi per la loro discontinuità pare che oggi con le macchine CNC siano molto migliorati e coerenti. Personalmente ho sempre fatto una fatica "boia" a suonare un Bach 3C, ma ho letto questo commento su un forum americano: "Grazie a tutti. In generale sembra ben bilanciato, tono decisamente migliorato, ricco di armoniche senza essere metallico, attacchi puliti, ottima gamma dinamica. Forse è solo una mia impressione".
Cosa ne pensate?


Bach 180S37
Yamaha 8310Z
Martin Committe
Buescher Aristrocat
Olds Super Recording
Adams A1

Avatar utente

Zosimo
VIP
VIP
Messaggi: 528
Thanks dati: 23
Thanks ricevuti: 38

Re: I nuovi Bach 3C CNC

Messaggioda Zosimo » 06/10/2022, 10:24

Il fascino del manuale è sempre bello
però se ogni volta non si vuole fare uno sparo
nel buio, il cnc è l'unico che ci può garantire che se compro un 3c
di annate diverse, in qualunque parte del mondo sono sicuro di quello che troverò.
Trombe: Cinesina, Getzen Super Deluxe 1960/61, Holton Revelation 1923, Carol Brass 5000
Martin Commitee 1948
Trombino: Thomann 901S
Flicorno: Couesnon Monopole Conservatorie 1960 o giù di lì
Bocchini: Un secchio

Avatar utente

Capo_oro
Mod
Mod
Messaggi: 434
Thanks dati: 252
Thanks ricevuti: 58

Re: I nuovi Bach 3C CNC

Messaggioda Capo_oro » 06/10/2022, 10:32

è la differenza tra un prodotto artigianale e uno industriale. Vale un po' per tutto. Certo il fascino di un abito fatto dal sarto è mille volte rispetto ad uno prodotto per un marchio quale che sia. Certo la riproducibilità è un valore in alcuni campi, forse meno romantica,
Vecchio suonatore in erba.
Strumenti:
BrassOn '18
Conn: 12B Coprion '53; 22B Victor '57; 18A Coprion '56
Eastar etr330 Pocket
Mp:Gewa 3c e Shilke16b4 pranizzati da Stefano (le piuma di Dumbo)
Conn 7B-N; Conn4 imp.precision; Shires 1.5c
Posseduti: ytr1320s; ytr4335g; 18B Director '55; YTR 634 '75;

Avatar utente

Marco Muttinelli
Mod
Mod
Messaggi: 1887
Thanks dati: 339
Thanks ricevuti: 243

Re: I nuovi Bach 3C CNC

Messaggioda Marco Muttinelli » 06/10/2022, 11:27

Ciao Alessio,
di questi aspetti ne accenna in un suo articolo di settembre 2017 Ron Berndt che fece una interessantissima disanima sulla Bach e la sua storia, ne abbiamo parlato anche qui sul forum:
qui per vedere leggere l'intero articolo: http://www.forumtromba.com/viewtopic.php?f=4&t=1991#p9354 e qui per scaricarselo in pdf o .doc http://www.forumtromba.com/viewtopic.php?f=4&t=1991#p12764

"The first place that Paulson’s commitment to investing in the operation of Bach, rather than treating the investment in Steinway’s portfolio of companies purely as an exercise in asset maximization, can be found in the mouthpiece manufacturing at Bach. The Bach mouthpiece sizing has become the most widely used, or at least imitated, in the brass industry. And while Bach may not make the majority, the company still turns out a staggering number of them every year. Vincent Bach’s first commercial venture was making mouthpieces on a small improvised mouthpiece lathe in the back of the New York Selmer store. (George Bundy did many great things for Selmer, both before and after buying it, but perhaps the best investment he ever made in terms of cost relative to return was helping-out a very young Vince Bach. It ultimately resulted in Bach trusting his company to Selmer despite their offer not being at the top of the range) Over the course of the summer of 2017, several brand new and highly advanced automated lathes and CNC mills have arrived for the manufacturing of Bach mouthpieces. These devices include some of the latest technology in alignment assurance and wear management as well as allowing for a level of consistency at tight tolerances that humans are simply not prone to.

While unique characteristics in a trumpet may be desirable, a mouthpiece is something that needs to be consistent. One needs to know that a Bach 3C off the shelf will feel and respond exactly like the Bach 3C one needs to replace. The new equipment will help Bach attain this level of consistency with future mouthpiece production. It was the inability, or so the story goes, of Vincent to find a replacement when his mouthpiece was damaged, that prompted the Maschinenbauschule trained Bach (which was an education in both the engineering and the practical fabrication of all forms of machinery and metal working) to make his own. It is a good story, not unlike the story of CG Conn doing the same after losing a bar fight and needing to invent the padded mouthpiece, but it may be exaggerated as Bach’s 1914 Boston Symphony publicity photo shows a stock, and thus replaceable, Holton mouthpiece on his horn."


Detto questo per "cultura generale" che non fa mai male : Chessygrin : per quel poco di esperienza credo che Bach faccia bocchini con notevole costanza di forma, dimensioni e peso da diversi anni ormai indipendentemente dalla macchina con cui li produce.

Anche io non mi sono mai trovato con questo bocchino, colpa del bordo e del bite per me troppo arrotondati, però ne ho avuti due una "vecchia" serie large letters e quella successiva, ma non ho potuto riscontrare differenze avvertibili nell'appoggio e nella forma dell'imboccatura come anche nella profondità di innesto del gambo sul reciver della tromba.
Al di la di trovarmici male erano comunque entrambi bocchini dotati di un bel suono pieno, rotondo, potente e piuttosto brillante senza essere "acido", insomma li ricordo come adatti a tutti i modi di suonare, una sorta di all-puorpose, forse a questa sua adattabilità il 3C deve anche il suo successo di vendite da farlo risultare una sorta di "standard" di riferimento per molti musicisti che lo usano con piena soddisfazione e di molti produttori di imboccature che fanno sempre il raffronto a questo modello per le proprie produzioni.
Gran CONNestabile del Forum, CONNte di Elkhart e visCONNte Greenleaf
meglio CONNosciuto come CONNfucio

Tp: 48B Connqueror Vocabell 1940; 22B New York Symphony Special 1940; 6B Victor 1968
Fl: Couesnon Monopole ?
Past Tp: 12B Coprion 1953; 10B Victor 1960; 8B Artist 1964; 38B Connstellation 1968


TpMp: Conn Connstellation 7BN; Denis Wick MM3C;
FlMp: Denis Wick 4FL;


doc severinsen
New Member
New Member
Messaggi: 8
Thanks ricevuti: 1

Re: I nuovi Bach 3C CNC

Messaggioda doc severinsen » 06/10/2022, 12:10

anche a me non piace il 3c però ero tentato a prendere quello della serie heavy.anche questi fatti cnc.qualcuno che ha provato ambedue ha notato differenze ? grazie
Tr. Bach 37 ML
MP schilke 14B -bobby shew Jazz

Avatar utente

Zosimo
VIP
VIP
Messaggi: 528
Thanks dati: 23
Thanks ricevuti: 38

Re: I nuovi Bach 3C CNC

Messaggioda Zosimo » 06/10/2022, 12:14

Io ho sentito parlare bene della diciamo nuova
serie commercial che hanno una forma diversa,
ma non li ho mai provati.
Trombe: Cinesina, Getzen Super Deluxe 1960/61, Holton Revelation 1923, Carol Brass 5000
Martin Commitee 1948
Trombino: Thomann 901S
Flicorno: Couesnon Monopole Conservatorie 1960 o giù di lì
Bocchini: Un secchio


Fcoltrane
VIP
VIP
Messaggi: 573
Thanks dati: 14
Thanks ricevuti: 27

Re: I nuovi Bach 3C CNC

Messaggioda Fcoltrane » 06/10/2022, 12:44

ho preso un 3c Bach proprio per avere un riferimento per comprendere il livello della mia tecnica .
(è un po quello che ho fatto con il sax ) considerato che lo standard medio è rappresentato da questo bocchino per tantissimi trombettisti dovevo comprendere cosa sono in grado di suonare con lo standard medio.

oggi (sono trascorsi pochi anni ma mi sembra che sia passato tantissimo tempo) per me il tre c è quel bocchino tutto scorticato con la penna ingiallita per l'enorme utilizzo che hanno fatto i proprietari precedenti, ed è certamente un bocchino con qualche decennio di suoni, e devo dire che non lo cambierei mai per il solo fatto che ormai è il mio riferimento .
ho provato un gewa 3c che più o meno aveva la stessa forma ma lo ho subito regalato ad un amico perchè lo consideravo sostanzialmente un doppione . (non perchè suonasse male ma solo perchè non era Bach : Lol : : Lol : )

sono incuriosito di questi nuovi bocchini cnc ma la curiosità non è tanto forte da spingere ad acquistarne uno.
(almeno fino ad oggi : Eeek : )
( desidero provare talmente tanti altri bocchini ma per farlo dovrei vendermi un rene )
la diatriba tra cnc e artigianale la ho risolta tanti anni fa con il sax.
per me non esiste un bocchino che suona in maniera identica ad un altro anche se la tecnica è cnc .
certo questa tecnica consente di replicare "quasi" in maniera identica (parlo del sax perchè con la tromba ancora non ho certezze) .
certo se hai la fortuna di avere un amico che ti costruisce un bocchino su misura hai svoltato, l'alternativa è fare come me provare provare e provare , e se ti capita il bocchino giusto prenderlo magari usato così si risparmia un po..

recentemente mi è successo questo di provare un bocchino e non mi dispiaceva affatto però quando ho chiesto di acquistare purtroppo non potevo perchè il bocchino provato era un demo e quindi dovevo scrivere al produttore affinché me ne spedisse uno eguale.
ma io come ho spiegato quando provo un bocchino poi desidero quello che ho provato non un altro : Andry :
ed infatti alla fine non ho comprato nulla.

Avatar utente

Stenini
Member
Member
Messaggi: 22

Re: I nuovi Bach 3C CNC

Messaggioda Stenini » 24/11/2022, 10:43

Avrei una domanda in merito, di bocchini bach ne ho e avuti tanti di varie annate,e posso confermare le loro imprecisioni. C'è un modo dai codici sulle scatolette per capire se sono prodotti con le nuove tecnologie? Ovviamente acquistando in negozio fisico per vedere prima. Per corrispondenza ho avuto sorprese.



Torna a “BOCCHINI”

Chi c’è in linea

Nessun utente e 8 ospiti