Brasson

Scegliere uno strumento.

Moderatori: Michele Lupi, stefano bartoli, Capo_oro, Marco Muttinelli


Autore dell’argomento
stefano bartoli
Mod
Mod
Messaggi: 2431
Thanks ricevuti: 439

Brasson

Messaggioda stefano bartoli » 15/12/2018, 12:43

Ho in mano da un paio di giorni la nuova Brasson in Bb del nostro Michele Lupi (patron del marchio). Purtroppo esco da una settimana di influenza con relativo gonfiore delle labbra, per questo ho potuto provarla poco.
Ieri sera avevo una data in teatro e benchè non abbia ancora le labbra al 100% ho dovuto lavorare.
Vi racconto alcune impressioni vere, da palco live.
Lo strumento è bilanciatissimo, peso nella media, campana 128mm, canneggio ML, macchina Bauerfeind Monel a corsa super corta, bottoni in ottone bassi (bellissimi) , chiavi acqua di tipo classico su corista e terza pompa, non reverse a curva a C, receiver stile Flora Heavy.
L'ergonomia dello strumento è spettacolare, la facilità nei pianissimo è davvero notevole. I forte fanno diventare lo strumento parecchio aggressivo ma sempre coerente e compatto con un effetto zzzz esaltante.
La tromba mantiene una quantità di armonici notevole dal pianissimo al forte emozionando  chi suona e chi ascolta. La qualità timbrica anche nei pianissimo fa si che le frasi, anche complesse siano sempre chiare, udibili e permettono allo strumento di emergere anche dal gruppo.
L'intonazione è a livelli top in qualsiasi tonalità, in tutti i registri.
Tenete conto che in questo contesto teatrale devo lavorare in tutte le peggiori tonalità da B maggiore a F# maggiore. 
In un brano suono un arrangiamento per due trombe, eravamo quindi in due, senza assolutamente spingere ho notato che la Brasson emergeva molto più dell'altra tromba, ero al minimo, se accennavo appena a spingere lo mangiavo vivo, letteralmente.

Concludendo, uno strumento magnifico meccanicamente, con le pompe che sembrano scorrere sul burro anche se vi devo dire che non le ho praticamente mai mosse, la tromba è sempre intonata, magnifico. La macchina Bauerfind la conoscete, inutile parlarne, mai una incertezza e la corsa super corta è una libidine.
Il timbro è moderno e tendente allo scuro al caldo ma anche pungente e freschissimo al contempo. Lo strumento non stanca e va via liscio, chiede solo aria ma non troppa come certe L ci hanno abituato, molto molto più faticosa la mia Selmer Concept TTM che ti stanca molto facilmente.

Ho usato un vecchio Conn All Star simile ad un 3C Bach ma pranizzato e con una tazza più profonda del Bach citato. Gola a 4,5 mm, penna corta, back bore allargato al massimo e booster Denis Wick saldato. Mi riservo di provare questa tromba con bocchini meno estremi.

Considerando che causa influenza avevo l'efficienza delle labbra al 70% circa, mi aspetto miracoli non appena tornerò in piena efficienza.

Ritengo, tirate le somme, che questo strumento rappresenti un distruggi miti, una tromba che nel jazz e nel pop può rappresentare un punto di arrivo definitivo per molti.
Michele ed il suo gruppo di lavoro hanno fatto centro. Il prezzo è incredibilmente basso, per mia esperienza, questa tromba potrebbe costare 4000 euro tranquillamente ma invece ha un prezzo mostruosamente più basso.

Consiglio chi sia in odore di acquisti per una tromba definitiva, di provare assolutamente prima questa, ne rimarrete folgorati.

Aggiungo, sono molto amico di Michele ma chi mi conosce sa bene che sono un maledetto toscano e non perdono, dico sempre quello che penso senza sconti...


Ciao



Avatar utente

Patrizio
VIP
VIP
Messaggi: 591
Thanks dati: 65
Thanks ricevuti: 54

Re: Brasson

Messaggioda Patrizio » 15/12/2018, 15:30

Grazie Stefano,
Molto interessante questa Brasson di Michele, si possono avere delle fotografie?




Autore dell’argomento
stefano bartoli
Mod
Mod
Messaggi: 2431
Thanks ricevuti: 439

Re: Brasson

Messaggioda stefano bartoli » 15/12/2018, 15:31

Ciao Patrizio, per caricare le foto mi serve un indirizzo Facebook o una tua e mail.



Avatar utente

woodpecker
Member
Member
Messaggi: 73
Thanks dati: 4
Thanks ricevuti: 10

Re: Brasson

Messaggioda woodpecker » 15/12/2018, 16:19

a quando un catalogo e un listino prezzi ?


tromba yamaha 8310 Z
filicorno yamaha 8310 ZG
filicorno amati kraslice afh 201
cornetta yamaha 8335 Xeno
cornetta taylor zeus
" C.G. Coon Victor 80A
" Indiana (indiana-band-instrument)
" WM. Frank


Alak
Expert
Expert
Messaggi: 327
Thanks dati: 56
Thanks ricevuti: 20

Re: Brasson

Messaggioda Alak » 15/12/2018, 16:20

Ciao. Ho visto delle foto sulla pag fb Brasson.. è quella? modello Scorpion?


horn:
Adams A4 0.45
Stomvi Elite 250 ML
mouthpiece:
3c
5c megatone


Autore dell’argomento
stefano bartoli
Mod
Mod
Messaggi: 2431
Thanks ricevuti: 439

Re: Brasson

Messaggioda stefano bartoli » 15/12/2018, 16:44

Per il prezzo giro la parola Michele, per le foto non so se son quelle, io ne ho fatte da Michele, del prototipo che poi è qualla che ho suonato io. Se le vuoi devi darmi gli indirizzi che ti ho chiesto.

Cmq posso anticipare che il prezzo è anni luce da certe altre cose artigianali italiche e americane, anni luce, ripeto.




Autore dell’argomento
stefano bartoli
Mod
Mod
Messaggi: 2431
Thanks ricevuti: 439

Re: Brasson

Messaggioda stefano bartoli » 15/12/2018, 17:51

Peraltro in giro ci sono alcune trombe artigianali italiote, molto molto chiacchierate e molto molto costose. Brasson non è per nulla chiacchierata ed il buon Michele me l'ha portata con molta umiltà, con tranquillità e molti dubbi (come si conviene ad una persona intelligente, solo i cretini non hanno mai dubbi e si auto incensano) eppure questa Brasson è un tromba strepitosa.

Anche questi aspetti, per me, fanno la qualità di un costruttore e quindi dei suoi prodotti.



Avatar utente

Michele Lupi
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 975
Thanks dati: 216
Thanks ricevuti: 142

Re: Brasson

Messaggioda Michele Lupi » 15/12/2018, 18:09

Due risposte in breve.
Un catalogo al momento non servirebbe. La tromba è una, modello unico con finitura unica.
Il prezzo è 2.500 Euro (devo ancora organizzarmi con le custodie). Non c'è un bocchino, perché in quanto strumento professionale prenderei in giro il musicista con una imboccatura cinese da pochi euro come se ne vedono, considerando poi che ogni musicista ha il suo e anche qualcuno di più.
Le foto sono del prototipo che ha suonato Stefano e sono visibili si Facebook alla pagina Brasson oppure Instagram stessa denominazione. Appena mi organizzo con delle foto (serie) le posto anche sul Forum.
Michele


Trumpet - Brasson
Mouthpiece -Bach 3 CW


Autore dell’argomento
stefano bartoli
Mod
Mod
Messaggi: 2431
Thanks ricevuti: 439

Re: Brasson

Messaggioda stefano bartoli » 15/12/2018, 20:35

A 2500 euro manco una prof. di serie ci si compra. Quì siamo di fronte ad uno strumento con dettagli, anche costruttivi (Bauerfeind a parte...) che sulle trombe di serie non li puoi trovare. Poi c'è il suono che piaccia o meno, è subito riconoscibile (chiamasi personalità) 
Che altro volere a questa cifra? Altri, per trombe artigianali ed in piccole tirature, chiedono oltre 4000 euro.
Questo prezzo incredibilmente basso per un oggetto di questa caratura, non è dovuto a qualche astuzia commerciale ma piuttosto alla "mentalità" di Michele...


Fate vobis ma occasioni così, sono rare come un politico onesto.



Avatar utente

bicho
Starter
Starter
Messaggi: 245
Thanks dati: 1
Thanks ricevuti: 12

Re: Brasson

Messaggioda bicho » 16/12/2018, 21:57

Bella, complimenti... però sarebbe bello anche sentilrla!
E poi sarebbe interessante anche sapere qualcosa di "tecnico"... l'idea, la progettazione, la realizzazione...



Avatar utente

Michele Lupi
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 975
Thanks dati: 216
Thanks ricevuti: 142

Re: Brasson

Messaggioda Michele Lupi » 16/12/2018, 23:30

Ciao Bicho. Per sentirla ci stiamo organizzando. Faremo in modo di far sentire almeno qualche nota.
Per la parte tecnica non ci sono molte cose da dire.
La tromba non è uno strumento "innovativo", nel senso che il lavoro secondo me è sui particolari.
Nella Brasson non ci sono materiali "spaziali" ne polveri d'oro. L'ottone è di qualità ottima, meccanica affidabile (Adams) corta e veloce. Campana monopezzo battuta a mano e soprattutto una cura maggiore nell'assemblaggio, riducendo tensioni ed orpelli inutili. Non sono un costruttore, non ho strumenti, ne torni (non li saprei usare ne voglio improvvisarmi a farlo). Avevo solo delle idee, ed ho cercato i materiali da assemblare. Tromba leggera (kg. 1,000/1,100) risposta facile ed immediata, con un suono corposo ed una leggera retropressione, per agevolare il controllo ma senza dare l'impressione di tappo. Se ci siamo riusciti non lo so, ma chi la prova dice che ci siamo andati molto vicini.
Michele


Trumpet - Brasson
Mouthpiece -Bach 3 CW


Autore dell’argomento
stefano bartoli
Mod
Mod
Messaggi: 2431
Thanks ricevuti: 439

Re: Brasson

Messaggioda stefano bartoli » 18/12/2018, 10:48

Relativamente alle mie impressioni postate su questa tromba, devo dire che quando l'ho provata in teatro, pochi gg fa, avevo un herpes da febbre che almeno ogni inverno mi viene, specie se esagero con lo studio, per cui ero in una condizione molto disagiata, eppure mi ha colpito come ho scritto. Non sono ancora guarito, per questo è una settimana che non tocco lo strumento. Il 31 Dicembre avrò una serata in un teatro (Affratellamento/Firenze per chi abitasse in zona) a base di ottima musica cantautoriale (Conte, Tenco, Mannoia, Fossati, Lolli, Guccini, Cassola, Daniele  ed altri) per cui conto di registrare per poi postarvi almeno una parte della serata.

Potrete così ascoltare questa tromba "sul campo di battaglia"

Attendete pazienti miei baldi.



Avatar utente

Michele Lupi
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 975
Thanks dati: 216
Thanks ricevuti: 142

Re: Brasson

Messaggioda Michele Lupi » 01/03/2019, 13:51

phpBB [video]


Trumpet - Brasson
Mouthpiece -Bach 3 CW

Avatar utente

Marco Muttinelli
Mod
Mod
Messaggi: 1195
Thanks dati: 271
Thanks ricevuti: 180

Re: Brasson

Messaggioda Marco Muttinelli » 30/04/2021, 14:48

In questi giorni, complice la gentile disponibilità di Michele, sto provando la Brasson.
Direi che Stefano ha descritto più che compiutamente il carattere di questo strumento per cui vi rimando al suo post iniziale. Voglio comunque aggiungere alcune considerazioni personali in merito a questa tromba.

La prima cosa che salta all'occhio prendendola in mano è l'estrema attenzione ai dettagli, alcuni dei quali veramente belli come la sede della vite di arresto della terza pompa. Anche il braccetto che collega la terza pompa al cannello che dal corista entra nel terzo pistone è una soluzione molto interessante giacché consente così di evitare il braccetto dritto tra il leadpipe ed il cannello che entra nel terzo.

L'impugnatura dello strumento è più stretta rispetto alle mie Conn, credo molto simile a quello della Yamaha 4335 a memoria, ma risulta comunque confortevole ed il bilanciamento dello strumento in mano risulta comodissimo.
Esteticamente è una tromba "tradizionale" come piace a me con la pompa di accordo a C e le chiavi d'acqua a leva, anche se credo che a richiesta si possano avere le chiavi tipo Amado, le pompe sono nichelate e la finitura è un bell’ottone raw brass. Questa che ho in mano mia è un prototipo dotato di un leadpipe Alisee ramato anziché del Bach come quello presente su quella di Patrizio. Devo essere sincero, esteticamente la cosa mi piace parecchio perché mi ricorda molto da vicino la 6B Victor. La campana, veramente splendida, ha un diametro di 125 mm in lastra sottile. Per capire bene il livello di tale campana, guardando nella bocca, basta osservane la saldatura che è un vero capolavoro di esecuzione, talmente bella che è un peccato non si veda anche all'esterno.

Dicevo che risulta veramente maneggevole, sicuramente il peso è quello di una effettiva piuma certo decisamente più basso della 22B NYSS. Così a memoria sembrerebbe molto più vicina alla 8B Lightweight Artist ma oramai è passato parecchio tempo da quando l'ho venduta e forse posso sbagliarmi. Incuriosito dalla sensazione di leggerezza tiro fuori la bilancia e.... Non è possibile, devo aver sbagliato a pesare. 975 grammi! Ok ste bilance digitali pesano sempre quel che vogliono. Tiro fuori allora una vecchia bilancia di quelle a gravità con piatti contrapposti e comincio a mettere sul piatto opposto il peso da 500 gr, poi quello da 200, poi 2 da 100, quando metto il 50 gr si muove qualcosa aggiungo il 20 ecco ci siamo quasi e con il 5 finale dopo alcune leggere oscillazioni i due indici sono lì impietriti, dunque quasi un etto meno della 8B. Sono strabiliato e già mi prefiguro quel suono "tagliente" tipico delle light e non vedo l'ora di ritrovare quelle "rasoiate" di cui la 8B era capace.

Decido di usare il 7BN e, con mia grande sorpresa, lo strumento anziché un suono squillante presenta invece un bel timbro piuttosto scuro ma ricco di armonici. Ciò che mi colpisce maggiormente sono gli attacchi veramente molto facili ed immediati. Lo strumento va con un filo d'aria e invoglia a suonare rilassati, smooth, ma come si comincia a spingere ne viene fuori un bel suono potente e pieno.

Ora me la godrò ancora alcuni giorni e poi la ritornerò al legittimo proprietario.
Sono un vintaggista duro e puro, quindi difficilmente prenderò mai una tromba moderna, però devo dire che questa mi sta piacendo proprio e, un domani mi venisse la balzana idea di una custom bella light la prenderei sicuramente in considerazione.


C.G. Conn Tp: 22B New York Symphony Special 1940; 6B Victor 1968
Mp: C.G. Conn Connstellation 7BN e Precision 4; Bach 5C Stefanopranizzato e 2C Megatone

Fl: Couesnon Monopole ?
Mp: Denis Wick 4FL

Past C.G. Conn Tp: 12B Coprion 1953; 10B Victor 1960; 8B Artist 1964; 38B Connstellation 1968


Autore dell’argomento
stefano bartoli
Mod
Mod
Messaggi: 2431
Thanks ricevuti: 439

Re: Brasson

Messaggioda stefano bartoli » 01/05/2021, 12:34

Potremmo disquisire di Hasselblad, Baulieu, Leica, Asahi Pentax, Nikon ma potremmo parlare anche di Lancia, Alfa Romeo etc etc
Nella storia dell'umano fare ci sono state eccellenze, quando hanno fatto la storia ed hanno segnato le epoche, sappiamo che non è stato per caso. I tempi cambiano, scrive qualcuno. Vero, assolutamente vero ma il pane a legna rimane sempre migliore di quello dei centri commerciali e per farlo, quel pane, richiede saperi, antichi saperi.
Brasson non segnerà la storia ed i motivi sono innumerevoli. E' uno strumento assemblato con parti provenienti dalle eccellenze del settore, è uno strumento "classico" essenziale, pensato e assemblato pensando semplicemente a quel che deve fare, suonare meglio possibile senza costringerci ad un mutuo in banca.
Ha una serie di principi base onesti, chiari, senza ombre: provare a dare il meglio ad un prezzo che sia correlato ai costi ed al risultato finale insomma.
E' tutto quà, una relazione "sana" tra qualità e prezzo. E non è un atteggiamento snob ma piuttosto una chiara visione di quello che da secoli è il rapporto tra il lavoro e chi il lavoro lo deve pagare, tra quello che pago e quello che ottengo.
Ci sono persone disposte a pagare centinaia o migliaia di euro per 75ml di vino, a volte in quella bottiglia c'è un reale alto valore fatto da molte componenti concrete, altre volte c'è uno che con 10.000 bottiglie l'hanno cerca di farci una bella vita.
Quello che mi sento di dire a titolo esclusivamente personale è che il lavoro è una cosa serie e assai concreta, altrettanto deve esserlo il prezzo, se no, per me, quel prodotto rimane sullo scaffale in attesa del sognatore disposto a dissanguarsi per inseguire miti o elevarsi a certo ceto sociale che può spendere.
Non è il mio caso.Per questo ritengo prodotti come Brasson, degni di essere valutati, se si cerca qualcosa per suonare. Se invece sognare è il nostro obbiettivo...allora il mercato è pieno di prodotti che vanno ben oltre il buon senso del contadino, le cui massime rimangono ferocemente reali e concrete nei secoli.
Ultima modifica di Marco Muttinelli il 01/05/2021, 18:33, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: Rimossa frase uno cosi a Firenze si chiama bischero o parvenu





Torna a “CONN, MARTIN, YAMAHA...”

Chi c’è in linea

Nessun utente e 10 ospiti